Archivio dell'autore: mirandanullo

English Flowers

Buongiorno da Londra!!!

Qui c’è un sacco di nebbia ma la campagna inglese ha comunque il suo fascino ed io, visto che per i prossimi giorni soggiornerò proprio nella campagna inglese, … le rendo onore con questa card.

Molto semplice ma con un sacco di dettagli.

Sono partita da un foglio di carta acquerello sul quale ho giocato con quella che è ultimamente la mia combo preferita di Distress ink e cioè Peacock, Victorian Velvet e Sage. Ho giocato molto cercando anche di mischiare fra loro i colori ed il risultato è stato un foglio con giochi di colore niente male. Ho capito che se uso pochi colori e provo a mischiarli fra loro usando l’acqua il risultato sarà cromaticamente armonico. Quindi il mio motto in questo periodo è ‘pochi colori e molto divertimento’ .

Sul mio foglio ho poi fustellati questi fiori di campo di Tim Holtz. I fiori sono decisamente in voga in questa stagione e questa ‘moda’ devo ammettere che mi piace molto. La trovo molto divertente e fresca;) Dicevo, ho usato questo set di fustelle di Tim Holtz di qualche anno fa perché penso siano i fiori di campo più belli sul mercato. Ho attaccato i miei fustellati su un pannello bianco e ho ripreso quelli più chiari con il wink of stella clear perché, siamo onesti, ogni card merita di brillare!

Un piccolo pizzo che fa tanto Pride and Prejudice (più inglese di così) ed una piccola scritta a mano per il sentiment.

E’ una card che verrà regalata alla più bella delle coppie inglesi che fra pochi giorni festeggerà il 4 anno del matrimonio più bello del mondo … con buona pace di William e Kate o di Harry e Meghan😂😂😂

Da questa fresca e bellissima Londra è tutto… ci si becca in giro da queste parti il mese prossima da, ahimè, quella che dicono sarà la Milano più calda degli ultimi 100 anni

Mir

1 Commento

Archiviato in Senza categoria

Oxide e Sentiment

final7

Vi è mai successo di vedere una plate di timbri e pensare che assolutamente dovevate averla perchè non è solo bella ma soprattutto utilissima? Ma utilissima davvero… nel senso che la vedete sulle pagine di uno shop on line ed immediatamente vi immaginate al lavoro con quella plate… Ecco, a me è successo con questa plate bellerrima della Pink and Main. Questa plate è piena zeppa di meravigliosi ed utilissimi sentiment che possono essere utilizzati, ad esempio… (ogni riferimento è puramente casuale) delle meravigliose card! Questo set, in particolare è pensato per incoraggiare delle donne:-)

Ho usato questi sentiment su card semplicemente decorate con gli OXIDE. Ho giocato con i colori e con le goccioline di acqua e/o colore. Ad esempio: questa prima card ha uno sfondo monocolore (peacock feather) semplicemente schizzato su carta acquerello…

final3

Qui invece ho usato tre colori diversi (Pistacchio, Wild Honey e Abandoned Coral)

final5

Anche questa è monocolore: ho ricoperto tutta la superficie con un blending tool e poi ho iniziato a buttarci sopra delle goccine di acqua e di colore (Evergreen) … qui attenti bene perchè crea dipendenza..

final4

Questo è  stato divertentissimo invece perchè ho colorato uno stencil di base e poi ho schizzato su colori diversi e acqua…

final1

Questo invece è partito da uno stencil colorato e poi bagnato con acqua su cui ho appoggiato il mio pannellino di carta di acqurello. Guardate come si ossida l’inchiostro. Anche qui poi ho schizzato colore e acqua.

final2

Ecco qua, 5 card pronte a partire, tanto colore e tanto divertimento:-)

Dai, fatemi vedere le vostre card al volo:.)

Mir

Lascia un commento

Archiviato in Senza categoria

L’acquisto consapevole

final

Eh, nulla… ad un certo punto accade che, senza neanche rendertene conto, ti ritrovi a comprare ‘cose’ perché vuoi fare la scrapper.
Rendermene conto è stato sconvolgente.
Oddio, io sono una vittima, come tutti voi del resto, di quella malattia che si chiama  SCC  – Shopping Craftoso Compulsivo.
Al momento la ricerca scientifica  sembra essere ben lontana da una cura definitiva (anche  perchè cavie disposte a sperimentare seriamente i protocolli di riabilitazione non ce ne sono) però esistono alcuni palliativi come, ad esempio, l’autoconvizione dell’ essere collezionisti, oppure, quello che mi sembrava di usare bene io, il palliativo dell’acquisto consapevole!

Dietro la mia parvenza di cardmaker convinta ed entusiasta, stavo iniziando a convincermi del fatto che più si va avanti in questo mondo craft e più ci si specializza. Più si va avanti e più si capisce cosa piace e cosa no. Per usare quell’odiata espressione tanto in voga in questo mondo da reality, impariamo a capire “cosa è più nelle nostre corde”

Così io ho passato l’ultimo anno a comprare tanto, ma oculatamente… sempre in vista del fare Card.  Mi facevo i complimenti da sola quando, nelle pagine degli shop on line andavo avanti con sfacciata ostentazione di forza di volontà blaterando  la frase… “questo non mi serve… è per quelli che fanno scrap!”

Ci ho messo 10 anni. 10! Non 1 ma 10!!! 10 anni ci ho messo per arrivare a non sbavare su ogni singolo prodotto e sono riuscita a farlo solo grazie alla frase “questo non mi serve… è per quelli che fanno scrap!”

Già.. quelli che fanno Scrap! Brutta gente… Untori, ecco che cosa sono!

Ed eccomi qui… 10 anni e 4 mesi dopo a sospirare davanti a fustelle die cuts pensando a come potrei usarli sui LO. Ad esempio… questa splendida fustella di Sizzix.. 

Appena l’ho vista ho pensato che sarebbe stata perfetta per creare abbellimenti per un LO.

final1

..Nel set oltre al vaso ed ai fiori c’è anche questa splendida farfallina…

final3

E questa altra splendida fustella sempre di Sizzix!!! Appena l’ho vista ho pensato che sarebbe stata perfetta da mettere sotto alla foto come base del layering!!!

final4

Ed il gesso? eh no quello serve! Eccome… smorza l’effetto dell’Oxide  della base, che fra l’altro è meraviglioso … e poi gli stencil... eh no… quelli servono, sono fondamentali… altrimenti alla base come si da movimento?

final5

E poi le Die Cuts! Eh, tu pensi di farne a meno… ti nascondi dietro un dito ripetendoti “ho tonnellate di timbri, carte e fustelle… me le faccio da sola!“.
COL FISCHIO!!! Poi arriva la PinK Fresh Studio… che ha già fatto tutto lo studio del colore… la Cocoa Vanilla con le chipboard… eh… CIAONE!!!

final6final7final8

No vi prego…. innamoratevi con me di queste Chipboard della Pink Fresh Studio!!!

final9

Insomma… facciamola breve…ho capito che i palliativi sono un po’ delle bufale e che se un prodotto mi piace prima o poi “vien buono” e quindi d’ora, mentre sfoglierò le pagine dello shop on line, davanti alle cose belle mi dirò-… “meglio nel mio scrappettificio che sullo scaffale del negozio!”

 

PS Comunque fare LO è davvero entusiasmante. Mi chiedo perchè non lo ho fatto prima. Forse le cose hanno bisogno del momento giusto… in ogni caso LUI è SEBASTIAN!

final10

M!R

2 commenti

Archiviato in Layouts, Notizie dallo Shop, Novità, Senza categoria, Shop, Team Creativo

Old but Gold #1

fiore7

Esistono timbri che abbiamo da tempo immemore nella nostra collezione e, per quanto possiamo essergli affezionati, ci sembrano irreversibilmente passati di moda.

Pessima deduzione… non è così. Affatto.
Io e le mie splendide compagne di DT abbiamo pensato di dimostrarvelo presentandovi a turno un esempio.

Inizio io col parlarvi di una card nata dai timbri della Ippity Stamps (questo set qui) che anche se sono di diverse collezioni fa io trovo sempre attuali. Innanzitutto perché le cose di buona qualità mica passano di moda, e questi timbri sono di una gomma pazzesca, e poi perché, dai.., sono fiori… i fiori non vanno mica fuori moda e comunque, di certo, non in primavera.

Allora, partiamo dalla palette scelta. Visto che voglio parlarvi dell’uso di fiori “di tanto tempo fa” ho pensato di riflesso alla tovaglia anni ’60 a fiori che mia nonna aveva sul tavolo in veranda. Era piena di fiori e più o meno aveva questi colori qui. 🙂

Per colorarli ho usato gli STAIN direttamente sul timbro ( degli Stain ve ne parlavo qui).  Ho colorato con la spugnetta dello stain piccole sezioni per volta, cambiando i colori (va da sé che è una tecnica che senza stamping tool è un po’ difficile..)

fiore3

L’effetto mi piace molto perché i colori si fondono in un effetto acquerellato moooolto divertente.

fiore5

Fra un colore e l’altro ho embossato con l‘embosser in modo da far sovrapporre i colori con l’effetto della velatura senza mischiarli fra loro. E’ un passaggio molto importante questo se non si vuole ottenere il colore fango. Se volete ottenere un effetti tutto marrone invece… beh.. usate il marrone perché non asciugando bene si perde la definizione della timbrata.

fiore4

Una volta finite le mie timbrate ho fustellato la parola sweet (guardate che fustellina adorabile questa della Pink and Main..) prima sulla crepla bianca e poi su un pezzetto di carta colorata con uno stain utilizzato per i fiori. Ho poi attaccato le mie fustellate una sull’altra sopra due giri di corda.. e poi ho passato una bella mano di wink of stella Clear che non si nega mai a nessuno

fiore8

Con l’applicatore (è una spugnetta) degli stain ho ripreso sui bordi la palette di colori che ho utilizzato. Ho aggiunto qualche segno a matita, qualcuno con la penna gel bianca e qualcun altro con la penna gel nera…

Per finire, ho passato i bordi con la macchina da cucire.

fiore9

Ed ecco il mio pannellino… pronto ad essere attaccato su un cartone di recupero (su cui ho passato un po’ di gesso bianco) ed a diventare una CARD!!!

Si si.. mi sembra tutto fuorché  fuori moda:-)

fiore10

Alla prossima.

Baci

M!R

2 commenti

Archiviato in Cards, old but gold, Progetti Vari, Senza categoria, Team Creativo, Tutorial

GOOD TIMES AHEAD

Ok, sono in fissa, ma veramente mi domando perché questa cosa dei Layout inizio a prenderla in considerazione solo adesso.
Che bella sensazione quella di ritagliarsi un piccolo angoletto e ricordare… scappano un sacco di sorrisi mentre lo si fa.

30264799_604744276545062_6648291654002278400_n

Questa volta mi ci sono messa di impegno e vorrei far notare che mi ho osato con le carte patterned colorate. Si , va ben.. ammetto anche che con Simple Stories mi piace vincere facile!

Ho amato molto la collezione DOMESTIC BLISS e questa carta la trovo meravigliosa. Ho tagliato due striscioline per bordare i mio foglio sul lato dei fiorellini, mentre su quello delle casette ne ho ritagliata qualcuna e l?ho usata come decorazione.

Da quest’altra meraviglia invece ho ritagliato i cerchiolini con punch di diverse misure e li ho usati come decorazioni.

Il titolo l’ho scritto a mano…

30414524_604744189878404_2387849753258885120_n

Ho poi attaccato alcuni di questi adesivi su un cartoncino di recupero e mi sono “costruita” delle cheapboard…

Mi piace un sacco questa collezione… molto “domestica”, ben si presta a raccontare l’inizio di uno splendido fine settimana totalmente casalingo!!!

30443409_604744169878406_3042003195476836352_n

Lo sfondo è stato fatto invece diluendo lo Stain Weathered Wood con un po’ d’acqua e spatasciato poi direttamente sul foglio…

30516274_604744246545065_8251540264846360576_n

Insomma… pian pianino mi sto raccapezzando in questo mondo scrap… e mi piace un sacco. E poi, vi devo confidare un segreto: sto iniziando a non avere più paura ad usare le carte patterned.

Certo, il contro della medaglia è che adesso mi toccherà comprarne di più, ma che sia chiaro, mi si può dire di tutto, ma non che sono vigliacca: quando il gioco si fa duro, i duri iniziano a giocare…

Mir

1 Commento

Archiviato in Layouts, Shop, Team Creativo, Tutorial