Archivi categoria: Senza categoria

Dinosauricard

Ciao!

Avete presente quando vedete un timbro ed è subito amore!? Nel mio caso è un bellissimo set e i protagonisti sono dei simpatici dinosauri.

Ormai sono “grande”, ma devo dirvi che da piccola mi hanno sempre fatto paura, sì lo so che moltissimi erano erbivori e si sono estinti, ecc… ma che volete farci? Agli occhi di una bimba erano spaventosi! Adesso mi sono ricreduta, li trovo ADORABILI! Non ci credete? Guardate e ditemi se non sono dolci…

card

La prima cosa che ho fatto è stata timbrare i due cucciolotti di dinosauro, poi li ho coperti con la Stamping mask paper, che mi ha permesso di creare lo sfondo senza rovinare i disegni. Ho usato per la colorazione dell’intera card i miei fedeli distress, mentre per timbrare i sentiment ho utilizzato l’Archivial ink Coffee.

dettaglio.JPG

Volevo farvi vedere in dettaglio le gocce di Nuvo, questo colore è stupendo! Si tratta del Nuvo crystal Drops Caribbean Ocean e, ovviamente, lo adoro!!!

Questa card non l’ho realizzata per una ricorrenza particolare, ma credo la conserverò finchè non arriverà il momento giusto per rendere più allegra la giornata di un’amica.

Per regalarle un bell’abbraccio stritoloso, di quelli che ti mozzano il fiato, proprio come farebbe un dinosauro 🙂

Per ora ve la dedico e vi auguro di trascorrere una fantastica dinosaurica giornata!!

Un abbraccio,

Monica.

Lascia un commento

Archiviato in Senza categoria

Giardini segreti

Scrappando 2

Il mondo è una tavolozza di colori, ed il bello del cardmaking è che ti permette di usarli tutti in pochi centimetri di spazio: sfumature, accostamenti, sovrapposizioni. Chi più ne ha più ne metta, letteralmente.

Qualche volta, però, è bello anche perdersi in poche campiture di colore, in una ripetizione ritmica e quasi monocromatica, che affascina così come la matematica rispetto alla letteratura (e se lo scrive un’umanista…!).

Essere in un DT – ed in quello di “Scrappando” in particolare – mi permette di sperimentare, di uscire dalla comfort zone e anche di rientrarci, magari seguendo un percorso diverso.

Scrappando 1

Oggi condivido con voi i primi passi sul sentiero dei timbri “L’Encre et l’Image”: questa marca mi era totalmente sconosciuta fino a poco tempo fa, ma i soggetti originali, dal tratto particolare, mi hanno conquistata.

Li ho già utilizzati in alcune card che ho condiviso qui ma, onestamente, mi trovo sempre ad approcciarli con difficoltà. Mi piace pensare che sia perché esco dal solito tracciato ed ho bisogno di nuovi riferimenti, di un metodo diverso.

Il risultato sono un paio di card con pochi colori, ragionate e dinamiche, ma sempre in quello stile CAS che mi fa sentire a casa.

Scrappando 3

La prima è realizzata timbrando più volte, su del cartoncino kraft, la piccola pianta grassa del set “Jardin d’Hiver”. Prima di ritagliarle una ad una, ho aggiunto del colore con una penna gel bianca.

Ho timbrato la stessa succulenta su della carta pattern molto chiara ed ho incollato il tutto secondo un preciso pattern, utilizzando del nastro gommato per dare rilievo. Al centro ho aggiunto un sentiment dallo stesso set di timbri, embossandolo a caldo su del cartoncino nero.

Scrappando 4

Nella seconda card ho utilizzato un altro timbro del set “Jardin d’Hiver”, sfruttandone le sole foglie per ottenere un effetto finale piuttosto elegante.

Ho timbrato le foglie su del cartoncino bianco, utilizzando il tampone “Soft Pool” di Hero Arts – dalle tinte simili alla carta pattern scelta per lo sfondo – ed aggiungendo delle mezze perle qua e là. Torna anche qui il sentiment embossato su nero, nero che si ripete anche alla base della card e a cornice del pannello centrale.

Scrappando 5

L’essenzialità e l’uso di pochi colori è stata una bella ri-scoperta…ma la primavera è alle porte, ed io sono pronta per tuffarmi di nuovo in un mare di colori!

Giada


1 Commento

Archiviato in Cards, Senza categoria

Un punch…tanti fiori!

Cielo azzurro, erba tenera e verde, sole tiepido e dolce…che meraviglia il risvegliarsi della natura! Adoro la primavera, ma ahimè questo è anche il periodo dell’anno in cui rimpiango di non avere il pollice verde, il mio è nero pece! Sì, perchè ogni volta che provo a far germogliare o far crescere una piantina…immancabilmente fallisco, muoiono sempre. A differenza della mia mamma che, invece, riesce a resuscitare anche i rametti rinsecchiti trovati per strada. Quindi, tralasciando (per la loro salvezza!) le piantine e fiori veri, vi va di giocare a creare dei fiori di carta con un punch?

E’ piuttosto semplice, ma davvero divertente, soprattutto se volete decorare una vostra creazione e non avete fiori del colore che vi serve, è sempre così anche per voi?

Partiamo col prendere della semplice carta per acquerello e un punch  tondo scallop, io ho usato quello da 1″, ma potete usare quello che avete, qualsiasi misura va benissimo, anzi se ne avete di diverse grandezze meglio ancora! Una volta punchata la carta, facciamo un foro nel centro e, prendendo il foro come punto di riferimento, tagliamo i nostri petali in questo modo.

1

Per colorare i nostri fiori occorrono: inchiostri, una ciotolina con dell’acqua, un pennello, e carta assorbente. Immergiamo il fiore completamente nell’acqua e, dopo qualche secondo, appoggiamolo sulla carta assorbente, trattiamo il lato ancora bagnato con l’inchiostro, potete spruzzare gli inchiostri o, come ho fatto io, usare il pennello per colorare in modo uniforme. Se volete, una volta asciutto, potete bagnare ancora col pennello e applicare ancora un po’ di colore. Ora diamo forma al nostro fiore.

2

Appoggiamo il fiore sopra una spugna e con il retro del pennello spingiamoil fiore verso la spugna in questo modo.

3

Premiamo bene, ma senza esagerare con la forza, è pur sempre un fiore ^_^

4

A questo punto inseriamo gli stami, io ne ho recuperati alcuni da vecchi fiori di alcune bomboniere, al centro del fiore e il gioco è fatto!

5

Non sono belli? Possiamo usarli per abbellire card, scatoline, bomboniere, segnaposto, insomma qualunque cosa! Io ho deciso di creare un piccolo vaso da tenere in ufficio, un po’ di colore non guasta mai!

6

Spero che il tutorial sia chiaro e che vi possiate divertite a creare tantissimi fiori!

Un abbraccio,

Monica.

Lascia un commento

Archiviato in Senza categoria

Risveglio dal letargo

Scrappando1

Si comincia a sentire il profumo di primavera nell’aria, ancora velato da un leggero aroma di inverno. Il risveglio della natura giova all’umore, ma anche all’energia creativa che era rimasta un pochino assopita sotto una coltre di neve. Passando in rassegna qualche timbro, mi sono soffermata sul nasone dell’orso di ModaScrap e mi sono detta “perché no? Anche lui vorrà svegliarsi dal letargo!”

Quindi ho optato per un paio di card a metà strada tra primavera e inverno, sfruttando set di carte e di timbri che avevo comprato – ed utilizzato – per biglietti natalizi… trovo che ingegnarsi in questo modo dia sempre tanta soddisfazione!

Scrappando4

Nella prima card ho messo insieme orso bianco e sentiment di ModaScrap con carta My Very Sweet Home di Kirel Craft. Non potevano mancare i tronchi Sizzix disegnati da Tim Holtz, fustellati su del Bazzill Kraft.

Scrappando5

La palette di colori è una delle mie preferite, senza contare che la colorazione – per chi è alle prime armi o non si sente a proprio agio con pastelli/pennelli/pennarelli – è minima e semplicissima.

La seconda card, invece, vede sempre come protagonista un orso (bruno e simile a Yoghi), incorniciato da una polaroid Sizzix e dal retro della carta utilizzata nella prima card.

Scrappando2

Il sentiment fa parte di un set Tecnique Tuesday, e l’ho messo in una nuvola così da farlo sembrare un saluto rivolto alla bella stagione.

Scrappando3

Unire set di timbri, carte e occasioni diverse è stato anche un bell’esercizio di stile… senza contare che amo creare queste scenette, su di me hanno l’effetto di una favola raccontata a una bambina!


1 Commento

Archiviato in Cards, Senza categoria

Tag chiudipacco con acetato

Ciao a tutte!
Oggi sono qui con un post molto particolare per me, perché sarà il mio ultimo post per Scrappando Carta e Ricordi. Dopo tanti bellissimi anni in questo gruppo è giunto per me il momento del saluto, ma ringrazio di cuore la Patty, la generosa padrona di casa, per avermi scelta sette anni fa quando ancora ero alle prime armi e aver creduto nelle mie potenzialità più di quanto lo facessi io stessa. E la ringrazio anche per il tempo dedicato, l’amicizia, l’apertura alle nuove idee e la completa disponibilità a lasciarmi sperimentare liberamente (anche quando non sapevo bene nemmeno io in che direzione stavo andando!).
E a proposito di sperimentare oggi vi volevo mostrare una tecnica nuova per me, l’embossing su acetati nati per l’embossing a caldo, studiati per non deformarsi sotto il calore del nostro soffiatore d’aria.

FullSizeRender 85copy

Ho cominciato bagnando con l’acqua del rubinetto l’acetato per eliminarne la carica elettrostatica e asciugandolo con carta da cucina “tutto 3in1” (ne ho provate anche altre ma questa a mio avviso è la migliore perché non lascia alcun graffio sulla superficie del nostro delicato acetato).

Schermata 2018-03-26 alle 07.17.20
Poi ho eseguito la timbrata (togliendo con la tecnica del masking la scritta centrale) con inchiostro Wow. Ho coperto, come con una normale timbrata con embossing, la timbrata con polvere da embossing azzurra, eliminato l’eccesso (ho scoperto che se si passa l’acetato già con la polvere sotto un esile getto di acqua, puntato non ovviamente direttamente sulla timbrata, vengono via alla perfezione tutti gli eccessi ma non quelli incollati!!!) e infine ho asciugato con l’embosser! Ci tengo a sottolineare che il produttore non consiglia la “lavata” della timbrata prima di embossare  ma io ho fatto un pò di prove e per me ha funzionato, anche perché non sopporto di vedere puntini di polvere qua e là, (anche se, indubbiamente, in timbrate semplici si può tranquillamente  ripulire l’acetato dagli eccessi con un pennellino).

FullSizeRender87copy

Ho fatto una piega di circa un centimetro alla mia tag che ho poi incollato sul retro di una carta patterned in cui ho inserito il mio augurio. Mi piaceva l’idea di usare la fantasia della carta per centrare il mio sentiment all’interno della timbrata sull’ acetato!
Spero che questa tecnica vi ispiri mille idee come ha fatto con me!
Ancora un enorme grazie di tutto e un abbraccio.
Elisa

2 commenti

Archiviato in Cards, Packaging, Senza categoria