Archivi del mese: maggio 2017

Uno scatto in una Tag

La mia piccola per la sua prima comunione ha ricevuto una simpatica macchina polaroid che stampa le foto al momento. Questo è uno dei primi scatti ed ho deciso di farci una tag.

tag

A memoria credo che questa sia la prima tag che realizzo. Mi hanno sempre affascinato, penso che non sia cosi semplice gestire armonicamente uno spazio ristretto e poi diciamocela tutta in giro si vedono dei veri e proprio capolavori 😊 😊 😊, ho sempre avuto una sorta di timore reverenziale, ma oggi rompiamo il ghiaccio anche con questo mondo.

tag-2

Ovviamente tutto il lavoro è stato fatto sul legno… sono diventata  assolutamente dipendente da questo materiale, e questo grazie anche alla Precision Press che mi permette di avere timbrate assolutamente perfette anche su superfici irregolari come il legno….. adoro….

tag-1

Tanto colore con i distress ink, qualche abbellimento e un nastro di organza (e chi l’avrebbe mai detto che prima o poi mi sarei ritrovata ad usare l’organza 😅), ecco a voi la mia tag.

Provate ad uscire anche voi ogni tanto dalla vostra confort zone, a volte potrebbe capitarvi di rimanere piacevolmente meravigliati

antonella

2 commenti

Archiviato in Mixed Media, Senza categoria, Tag, Team Creativo

DISTRESS PAINT… what else?


Vi ho mai detto che adoro i Distress? Beh. Io li adoro davvero. Mi piace innanzitutto la palette dei colori e poi mi piacciono tutti i componenti di questa grande famiglia: pad, reinkers, stain, paint, markers, crayons, oxide…. mi ci riempirei la casa, mi ci farei il bagno…

Ho un debito intellettuale pazzesco nei confronti di Patty perché è stato grazie a lei e all’ultima proposta di Formazione Creativa che ho scoperto quante cose si possono fare con i Distress. Io, prima di quell’esperienza pazzesca, mi limitavo a colorare con i reinkers, che e’ di per se fantastico, ma c’è un mondo lì fuori che aspetta di essere distressato LoL.

Oggi vi parlo dei Paint.

Allora. I Paint sono ACRILICI. Hanno fondamentalmente due qualità:

1. sono molto fluidi

2. Reagiscono con l’acqua.

Il fatto di essere molto fluidi permette loro di essere utilizzati con tutto (dita, spugnette, pennelli etc…)

Il fatto di reagire all’acqua permette loro di ottenere meravigliosi effetti marmorizzati estremamente vibranti. (Ah, importante… reagiscono con l’acqua fino quando sono bagnati, POI, una volta asciutti, a differenza degli altri Distress, non si muovono piu’). 

Interessante e’ il fatto che per la loro composizione chimica quando si aggiunge l’acqua si spandono sula superficie MA NON PERDONO dì intensità. Per intenderci bene: non si sfumano!

Con i paint possiamo colorare su tutto! E quando dico tutto intendo proprio TUTTO. Carta, stoffa, tela, legno, metallo, plastica,vetro…

Prima di usarli bisogna scuoterli un po’. Quando lo fate sentirete che all’interno ci sono due palline… mi raccomando, scekerateli bene prima di usarli.

Il risultato una volta asciutti è OPACO! Significa che possono essere usati perfettamente su craft, su superfici scure!!!!In questo senso si differenziano dagli altri Distress che sono invece traslucenti. Questa è stata la loro novità quando sono stati introdotti in questa meravigliosa famiglia.

A differenza degli acrilici classici, quando si aggiunge dell’acqua non si mischiano fra loro creando quell’ odioso effetto “fangoso” di poltiglia… restano ben divisi ed e’ per questo che fondamentalmente vengono usati usati per creare sfondi marmorizzati.

Essendo fluidi e’ moooooolto facile sfumarli fra loro… insomma, SONO MERAVIGLIOSI!!!!

Questa, a grandi linee, è la teoria. Nella pratica io li ho usati come veri e propri colori e con una voglia pazzesca di sporcarmi le dita ho disegnato un cielo (non ne disegnavo uno da tanto!!!)

Li ho usati su una tela… guardate che resa!!! Con i distress Markers ho aggiunto dei dettagli come i banner e qualche sfumatura. Il cagnetto… anzi, LA cagnetta (è una femminuccia e si chiama TABATA) e’ un Crazy Dogs stampato con Archival Jet Black su carta acquerello e colorato con i Distress Markers.

Un po’ di wink of stella clear sul collare ed un po’ di glossy accent su tartufo.

Il sentiment è scritto a mano.


Questo sentiment lo ripeto a me come un mantra, ma lo auguro ad ognuno di voi, certa che nella ricerca della felicità i colori sono potenti alleati🤗

Alla prossima

M!R

2 commenti

Archiviato in Senza categoria

Layout “Lovely”

Ciao a tutte!

Spesso prima di cominciare un progetto prendo ispirazione da Pinterest e ultimamente ho pinnato tantissimi layout che seguono uno sketch preciso…un cerchio su cui vengono appoggiati molti abbellimenti e al centro una foto…così ho voluto farne uno anche io!

IMG_7878 copy

Come prima cosa ho creato delle macchie: ho sporcato un blocco acrilico con dei distress ink, ci ho spruzzato sopra dell’acqua e l’ho appoggiato sulla carta patterned.

IMG_7883 copy

Poi ho cucito con la macchina da cucire alcuni cerchi irregolari con il filo nero e ho lasciato qua e là dei pezzi di filo che ho bloccato con i punti dorati di una cucitrice. All’interno del cerchio ho usato un timbro #SMILEPLEASE e per farlo aderire al mio cerchio l’ho semplicemente appoggiato leggermente incurvato sulla base acrilica…il potere dei clear stamps!!!IMG_7884 copy

Infine ho attaccato con colla e scotch biadesivo i fiori, le farfalle e il titolo, tutti diecuts della collezione Hazelwood di American Crafts.

IMG_7887 copy

Un layout davvero veloce veloce!

Spero vi piaccia

Elisa

1 Commento

Archiviato in Layouts, Senza categoria

Layout: Le Secrets de la Nature

Le carte meravigliose della collezione Se Mettre au Vetre de Les Atelier de Karine, sono piene di spunti e di suggestioni…e ovviamente sono bellissime.

Le ho prese tutte (c’era bisogno di specificarlo? ahahhaha) così come gli abbellimenti e i suoi timbri in tema. E dopo aver usato i timbri per realizzare una pagina di art – journal, ho finalmente fatto un layout utilizzando la collezione delle pattern…e scegliere quale usare è stato difficile perchè mi piacciono tutte.

Ho scelto questa bellissima che sa di bosco e mi ha ricordato ‘Il  giardino segreto” di  Frances Hodgson Burnett. Mi è tornata alla mente qesta foto di mia figlia dell’estate scorsa mentre passeggaiva in un parco ed ecco cosa ho creato.

Giocando con le proporzioni di stampa della foto sembra quasi che la protagonista della foto faccia davvero parte del bosco ritratto nella carta.

Mi è bastato giocare con gli abbellimenti e con i fiori timbrati e acquerellati con colori pastello. Ho così creato tre punti focali colorati per contrastare il bianco e nero dello sfondo.

Spero vi sia piaciuto,

Alla prossima

Marinella

https://static.inlinkz.com/ppr.js

4 commenti

Archiviato in Layouts

“Life”

Per uno strano caso del destino mi sono ritrovata a lavorare ieri sera, vigilia di una giornata molto importante per la mia ragazza e vigilia della festa della mamma, su questa foto ed alla fine ho deciso di celebrare alla mia maniera l’essere madre.

Eh già, questa roba indescrivibile che ti sfinisce perchè non si sa bene ne quando inizi ne quando finisca, anzi detto tra noi io credo non finisca mai, ma che come nulla al mondo sa donarti emozioni profonde, vere ed uniche 😊😊😊.

lo

Oggi è decisamente una giornata da ricordare, perchè per la prima volta in vita mia ho inserito anche il journaling in un lo 😅 . Mi sono divertita a pasticciare un pò con i colori. Ho ricreato uno sfondo con i distress ink ed ho giocato con gli inchiostri ed i timbri intorno ai miei elementi.

lo-1

Ho voluto provare i pastelli sul bazzil, e l’effetto mi è piaciuto davvero tanto.

Lascia un commento

Archiviato in Layouts, Senza categoria, Team Creativo