L’esposizione

Oggi parleremo del “triangolo dell’esposizione”, cioe’ dei 3 elementi  che determinano come viene catturata la luce nelle nostre fotografie: apertura, tempo di scatto, ISO.
L’esposizione e’ il risultato della combinazione di questi elementi, esaminiamoli uno alla volta.

L’apertura del diaframma indica quanta luce passa attraverso la lente e si misura in f (valore calcolato dal rapporto tra lunghezza focale dell’obiettivo e diametro dell’apertura del diaframma). Nella pratica si usano principalmente valori predefiniti chiamati f-stop (1.2 – 2 – 4 – 5.6 – 8 – 11…).  piu’ piccola e’ la f, piu’ ampia e’ l’apertura dell’obiettivo, quindi maggiore e’ la quantita’ di luce che passa attraverso il diaframma.

Come sono legati apertura e tempo di scatto?
Abbiamo detto che con una apertura grande entra una grande quantita’ di luce, quindi per impressionare il mio sensore avro’ bisogno di poco tempo, con una apertura piccola invece entra meno luce, quindi per avere la quantita’ di luce che mi serve per ottenere la giusta esposizione avro’ bisogno di un tempo di scatto piu’ lungo.

A queste due variabili aggiungiamo gli ISO che determinano la velocita’ con cui l’immagine e’ catturata dalla pellicola/sensore, ad ISO alti l’immagine viene catturata piu’ in fretta, consentendo di fotografare anche in condizioni di scarsa luminosita’.

Spesso parlando di triangolo dell’esposizione si usa la metafora della finestra: l’apertura corrisponde alla dimensione della finestra: piu’ e’ ampia piu’ luce entra nella stanza,  il tempo di scatto sono le persiane, piu’ rimangono aperte piu’ luce entra, e gli ISO sono come gli occhiali da sole che indossate nella stanza, piu’ sono scuri gli occhiali meno siete sensibili alla luce.

Quindi una corretta esposizione si ottiene bilanciando questi 3 elementi.
Naturalmente ci sono molte combinazioni possibili,  vediamo quindi gli stessi elementi dal lato creativo, esaminando come apertura, tempo di scatto e ISO ci “limitano” tecnicamente dandoci contemporaneamente tante scelte creative :).
Una foto e’ correttamente esposta se e’ illuminata dalla giusta quantita’ di luce, ma una volta stabilito questo, possiamo “spostarci” verso uno dei tre angoli del triangolo per ottenere – a parita’ di esposizione – effetti molto diversi.

L’apertura determina la profondita’ di campo della foto: maggiore e’ l’apertura (f-stop piccolo) minore e’ la profondita’ di campo, minore e’ l’apertura (f-stop grande) maggiore e’ la quantita’ di cose a fuoco 🙂
Quindi se voglio fare un ritratto con lo sfondo sfocato utilizzero’ la maggior apertura consentita dal mio obiettivo, mentre se voglio fotografare un panorama scegliero’ un f-stop piu’ grande per aumentare la mia profondita’ di campo

Il tempo di scatto controlla in che modo il movimento viene fissato nella foto: uno scatto rapido ferma un’istantanea mentre uno scatto piu’ lungo invece coglie il movimento (ma il rischio di fare una foto mossa e’ alto, a meno di non usare un cavalletto)

Gli ISO determinano la grana della fotografia, un po’ di rumore puo’ essere piacevole, specialmente in alcune foto in bianco e nero, molto rumore rovina la foto, quindi generalmente si tenta di scattare con il minor valore di ISO consentito dalle condizioni di luce.
Indicativamente 100-200 ISO si utilizzano in esterni in condizioni di luce ottimale, 400 in esterni con poca luce (tempo molto nuvoloso) o in interni con buone condizioni di luce, 800-1600 solo in pessime condizioni di luce o quando in condizioni di media luminosita’ si ha bisogno di uno scatto molto rapido (per esempio in caso di eventi sportivi).
La possibilita’ di ottenere foto di buona qualita’ anche a ISO alti dipende dalla macchina fotografica: in genere le macchine migliori hanno buoni filtri che permettono di correggere parte del rumore dando risultati simili a quelli che si potrebbero ottenere usando velocita’ ISO minori.

Vediamo ora degli esempi pratici:

IMG_8496_2
La prima foto ha un tempo di scatto di  1/25 di secondo, la seconda 1/500, quindi molto piu’ rapido.
Nella prima foto si vede l’acqua “scorrere” sulla mela, nella seconda invece l’acqua e’ “fissata” e si notano le singole goccioline.
La differenza sarebbe stata ancora piu’ marcata montando la macchinetta su un cavalletto e rallentando ulteriormente lo scatto nella prima foto ma gia’ cosi’ si nota l’effetto del tempo di scatto e’ evidente. Allo stesso modo possiamo fotografare per esempio le onde del mare, le foglie mosse dal vento…

Acqua

La prima foto della fontana e’ scattata a 1/1000 di secondo, la seconda a 1/30 e anche qui ritroviamo lo stesso effetto di prima.

Aria

E un ventilatore, preso prima a 1/40 e poi a 1/125 di secondo.

IMG_8496_1

La mia modella mela si e’ prestata ad altre foto per mettere in evidenza come l’apertura influenzi la profondita’ di campo 😀
Nella prima l’esposizione e’  1/13 di secondo a f/ 4,0 la seconda a 2,5 secondi (con cavalletto) a f/22,  entrambe a 200 ISO.
Notiamo come l’apertura influenzi la profondita’ di campo: nella prima foto i libri sullo sfondo non si distinguono e il tavolo e’ sfocato, nella seconda si vedono chiaramente i libri e tutte le venature del tavolo e si nota una bottiglia sullo sfondo che nella prima foto non si vedeva.
Vediamo quindi come combinazioni molto diverse di tempo e apertura abbiamo dato una esposizione corretta in entrambe le foto ma con particolarita’ differenti.

Ancora una volta il consiglio migliore che posso darvi e' quello di provare tanto, di sperimentare e studiare i vostri stessi scatti fino a quando le impostazioni giuste vi verranno automaticamente, quasi senza pensarci su 🙂

Un bacione
Tiz

Lascia un commento

Archiviato in Team Creativo

Lascia un commento / Leave a comment

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...